Disbiosi intestinale

Cause e sintomi della disbiosi

Il microbiota intestinale è un ecosistema complesso costituito dall’insieme dei microrganismi non patogeni (batteri, virus e funghi), naturalmente residenti nell’intestino. Contribuisce a preservare l’integrità e a ottimizzare la funzionalità del sistema immunitario, supportando il benessere generale dell’organismo.

Il microbiota intestinale inizia a formarsi nell’ultimo periodo di gravidanza, si sviluppa al momento del parto e “matura” nei primi tre anni di vita, assumendo la composizione di base che sarà poi mantenuta negli anni successivi, in modo tendenzialmente stabile in condizioni fisiologiche.

il microbiota intestinale svolge diverse funzioni:

  • protettive: resistenza alla colonizzazione da parte di patogeni attraverso produzione di batteriocine e proteasi, competizione per le sostanze nutrienti e attivazione dell’immunità innata e adattativa; regolazione delle citochine infiammatorie; promozione dello sviluppo del sistema immunitario e della funzione barriera;
  • strutturali: accrescimento, differenziazione e regolazione delle cellule epiteliali intestinali; sviluppo di villi e cripte intestinali; supporto all’integrità e modulazione della permeabilità della barriera intestinale;
  • metaboliche: produzione di vitamine del gruppo B e K; biosintesi di aminoacidi; biotrasformazione degli acidi biliari; fermentazione di substrati di non digeribili e muco; produzione di acidi grassi a catena corta, in grado di modulare l’infiammazione della mucosa intestinale e tutelarne l’integrità, influenzare il metabolismo energetico e il peso corporeo.

Quando si altera il rapporto tra i vari componenti microbici presenti nel microbiota di parla di Disbiosi intestinale.

La disbiosi intestinale è una condizione di alterato equilibrio della flora microbica legata ad una crescita eccessiva di alcuni batteri all’interno dell’intestino. Questa alterazione determina infiammazione della parete intestinale.

Le disbiosi intestinali possono essere indotte da una molteplicità di fattori interni ed esterni all’organismo e sono molto diffuse nella popolazione di ogni età.

I principali fattori esterni responsabili dell’insorgenza di disbiosi intestinali sono la dieta scorretta, l’assunzione di farmaci di vario tipo, lo stress, i ritmi di vita sregolati, la presenza di patologie o disturbi immunitari, l’esposizione a inquinanti e le abitudini igieniche.  

Disbiosi

Sintomi di disbiosi

Cattiva digestione, gonfiore e distensione addominale, meteorismo e dolori addominali sono i sintomi più diffusi.

Social


Scrivi un commento

Inserire nome
Inserire un indirizzo email valido
Inserire un commento