AIT senza ago: La cura delle malattie allergiche respiratorie nell’era della medicina di precisione

Immunoterapia Allergene Specifica (AIT) prototipo della medicina personalizzata

Le malattie allergiche sono patologie complesse ed eterogenee che richiedono un approccio diagnostico e terapeutico multidisciplinare, integrato e personalizzato che tenga conto della molteplicità dei fattori coinvolti.

Le manifestazioni cliniche e lo sviluppo delle complicanze sono molto variabili, in parte dipendono dal tipo di allergene in causa e in parte dalla costituzione genetica e psicologica del singolo paziente, in parte dall’alimentazione, dall’ambiente in cui vive e dallo stile di vita.

L’ approccio integrato e personalizzato nasce dalla consapevolezza che ogni individuo è diverso dagli altri e che le differenze genetiche, le caratteristiche fisiche ed emozionali, i fattori ambientali fanno di ogni paziente un individuo unico, da diagnosticare e curare con protocolli il più possibile adattati alle specifiche esigenze di ogni singolo ammalato.

La Immunoterapia Allergene Specifica (AIT) è l’unica terapia in grado di modificare il decorso naturale della malattia. Consiste nella somministrazione, per via sublinguale o per via sottocutanea, di un estratto allergenico specifico a dosi scalari progressivamente crescenti fino ad una dose di mantenimento che viene poi somministrata ad intervalli regolari per diversi anni (in media 4 anni). L’AIT è l’unica terapia in grado di modificare la storia naturale della malattia allergica, essa infatti, oltre ad indurre la riduzione o scomparsa dei sintomi, con conseguente risparmio di farmaci, ha un effetto duraturo nel tempo che persiste anche molti anni dopo la sua sospensione; inoltre è in grado di prevenire la evoluzione della rinite in asma, la comparsa di nuove sensibilizzazioni allergiche, l’aggravamento della malattia di base e la comparsa di complicanze (ipertrofia dei turbinati, sinusiti, poliposi nasale, ecc.)

L'immunoterapia allergene specifica può essesere somministrata, in gocce o compresse, per via sublinguale o per via sottocutanea. Quest'ultima può essere somministrata per in maniera tradizionale mediante siringa o mediante un nuovo dispositivo senza ago.

         

La somministrazione senza ago rende la procedura più veloce, sicura e indolore

Social